Siena sotto attacco dei fotografi di schifezze

Il sacchetto dell’immondizia per strada in attesa di essere portato via, non va bene. Ma non va bene nemmeno il camion che passa per la strada per portare via il sacchetto. I negozi devono stare nel centro storico, ma i furgoni per rifornirli non devono passare dal centro storico. L’erba non dovrebbe crescere. O per lo meno dovrebbe imparare a radersi. La gente non deve stare seduta in terra, non deve andare in bicicletta, non deve permettersi di sbagliare strada (maledetti navigatori che mi hanno fatto prendere un sacco di multe in giro per l’Italia perchè spesso non conoscono i divieti..). I giovani non devono divertirsi. Non devono farlo per strada e nemmeno nei locali. O almeno devono farlo sottovoce, meglio se parlando uno per volta. Le auto storiche per il centro non devono passare, e nemmeno i cavalli, le bici, i maratoneti. Le comitive danno fastidio, ma anche il turismo fai da te è da evitare, specialmente se mangia un panino per strada.

Ogni giorno decine di foto-scandalo inondano le bacheche facebook. Viene da pensare che certe cose non succedessero fino a quando i telefoni non sono diventati anche macchine fotografiche ed hanno permesso a tutti di documentare in tempo reale anche la pagliuzza buttata a terra.

Le foto che ottengono più like sono quelle della Siena all’alba, deserta ed immobile. Ed anche un po’ triste nella sua magnificenza, secondo me.

Vivere e far vivere la città significa anche sopportare. E per quelle che sono considerate criticità servono idee e consigli, non solo critiche e reportage fotografici.

 

9 pensieri su “Siena sotto attacco dei fotografi di schifezze

  1. Le foto, a differenza delle chiacchiere, rappresentano solamente la realtà. Certo, anche una immagine può essere travisata o strumentalizzata ma, che piaccia o meno, quello è. Non si può criminalizzare chi denuncia, con le foto, i tanti problemi della città, anche perché tra le immagini di denuncia civica e quelle semplice e sterile polemica, la differenza è chiara a tutti.

    Perché, invece, non cogliere l’occasione per risolvere i problemi che le foto, anche antipaticamente, denunciano ?

    "Mi piace"

  2. Pingback: Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Fotografic compulsavi, amministrazione incapace… MASTER CHEF… La Mano de Dios video… | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

  3. basta organizzare la raccolta e mettere in atto REGOLE per ilcentro storico…..esistono citta’ con ztl senza sacchi a terra o cartoni accumolati ……poi sta a voi la scelta, se vi piacciono i sacchi e i cartoni ai lati della strada , come dice l’articolo , sopportate , se invece non vi piacciono , sforzatevi di far camibiare le cose……saluti

    "Mi piace"

    1. scusa dove hai letto che mi piacciono sacchi e cartoni ai lati della strada???? Ma se li fotografi e li pubblichi su Facebook credi che arrivi Mark Zuckerberg in persona a risolvere il problema? Non credi che sarebbero più utili telefonate di protesta a Sei, ad esempio. Perchè a forza di vedere sacchi per strada, si fa come per le foto di cani e gatti da adottare: sono così tanti che si finisce per non farci più caso.

      "Mi piace"

      1. Concordo con l’importanza di segnalare, ma perchè la segnalazione abbia effetto occorre che non si crei una valanga di criticità di ogni tipo, mescolando quelle di primaria importanza con ogni minima bega.

        "Mi piace"

  4. Semplicemente perché il più delle volte una foto non porta alla soluzione dei problemi. I problemi si risolvono con la Politica, che è totalmente assente. Io mi trovo invece molto in linea con il pensiero di questo Blog, andrebbe stemperata questa isteria di massa e riportata unicamente ad un discorso Politico: se c’è una bottiglia si chiama gli spazzini, se c’è un disservizio si segnala in consiglio. P.s. a me la gente in piazza a sedere piace e piace credere che in passato la gente si sedesse in piazza: ma ve lo siete scordato il periodo di quando si dava da mangiare ai piccioni comprando un sacchetto di mangime da 200 lire al baracchino di piazza? e la gente a sedere non c’era?

    "Mi piace"

  5. Andiamo, il problema di Siena non è certo la gente seduta per terra in Piazza del Campo: d’accordo, giusto impedire che si facciano veri e propri pic-nic, ma una piazza è una piazza. In Piazza del Campo ci si dovrebbero fare gare sportive (ad esempio l’arrivo di una maratona), concerti, comizi, manifestazioni. Non è un salotto buono, è una piazza.
    Purtroppo certe persone si lamentano di tutto: dello spopolamento dei rioni, e poi si scopre che magari hanno affittato l’appartamento ereditato a 4 studenti fuori sede; dei turisti di un giorno solo, e poi però non si fanno mostre di richiamo (e non necessariamente legate alla storia di Siena!), il museo del Palio nemmeno a pensarci, una stagione teatrale di un certo spessore culturale non pervenuta.; ci si lamenta degli studenti fuorisede che diventano responsabili di ogni nefandezza (sicuramente è vero in certi casi, ma certi “senesoni” che minacciano 4 ragazzi pugliesi che suonano una pizzica in piazza a ottobre invece sono molto civili, vero?). Non si può pensare che una città possa vivere solo del Palio e per il Palio: e lo dico da contradaiola non senese, che appena può viene a Siena apposta per stare in Contrada!
    A Siena emerge in tutto il suo splendore la pratica del NO a prescindere: no a qualsiasi cosa che si discosti minimamente dalla tradizione (che quando è nata era una cosa innovativa, e non una tradizione, ma guarda un po’); no a iniziative come quelle di masterchef; no a un marketing territoriale serio con i comuni della provincia; e ci scommetto che se il Santa Maria della Scala proponesse una mostra di richiamo internazionale su Mirò o Kandinsky qualcuno si lamenterebbe che non riguarda Siena.
    Ma si può andare avanti così? Ogni volta che torno a Siena (ogni due o tre mesi, in media) la trovo un po’ cambiata, e non in meglio purtroppo. Di città medievali stupende purtroppo non esiste solo Siena, e non si può vivere solo di rendita sulle bellezze architettoniche ereditate dagli antenati.
    La rinascita potrebbe venire dalle Contrade, che sono serbatoi incredibili di competenze e potenzialità, ma purtroppo sono anche bloccate da alcune persone che sono per il “no” per partito preso.
    Siena 2019 a mio parere è stata un’occasione straordinaria… persa per pressapochismo e sciatteria.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.