Non si tollera la pipì ma si inneggia all’accoppiamento

In un mondo che va sempre più verso la liberalizzazione di tutto ciò che è degrado, mi chiedo come le persone ritengano quasi una privazione di un diritto quello di accoppiarsi in mezzo ad una strada davanti alle finestre di appartamenti altrui.

Non sono affatto per la castità, ma se si tollera il sesso per strada allora si devono tollerare anche tante altre necessità umane, come orinare, cacare e vomitare.

Quell’accoppiamento animalesco è fastidioso già per il modo, ma credo che ognuno possa esprimere la sua sessualità come vuole, non certo però dove vuole.

Annunci