Multato in piena notte perchè non ha la mascherina, ma per il Corso si passeggia senza

Se c’è una legge, quella va rispettata, non c’è dubbio. E indossare la mascherina in questo momento è obbligatorio. E’ prevista una multa, ed anche “salata” per chi non lo fa, ma la regola deve valere per tutti, non solo per chi è più facile multare.

Domenica ore 17, via Banchi di Sopra: i due agenti all’interno di una Volante della Polizia, parcheggiata in piazza Tolomei, riprendono verbalmente con l’altoparlante le numerosissime persone che passeggiano senza mascherina. “Indossi la mascherina”, intimano, con una cadenza simile a quando per le strade passava “Donne è arrivato l’arrotino…”. Compito sicuramente ingrato per rappresentati delle forze dell’ordine che dovrebbero avere ben altri impieghi.

Ma per nessuno di coloro che passeggiano per il Corso senza mascherina scatta la multa.

Sabato ore 23,40 un ragazzo del Bangladesh esce dal lavoro e va a prendere l’autobus. Si allontana dalle altre persone in attesa, si toglie la mascherina che tiene in mano, e si fuma una sigaretta. Arriva la Volante della Polizia, contesta l’infrazione ed eleva nei suo confronti una multa di 280 euro. Il ragazzo, che è vaccinato e in possesso di regolare green pass, si scusa, come riporta anche il verbale, e si rimette la mascherina. E paga la multa.

Sacrosanta, non c’è dubbio. Ma c’è qualcosa che stride tra questi due pesi e due misure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.