Una vendetta davvero Selvaggia

Povero Francesco Giusti, che con voce balbettante, quasi al pianto, cerca di arrampicarsi sugli specchi. Mi ha fatto quasi tenerezza.

Quando, leone da tastiera, ha vergato il commento “Più pompini e meno articoli”, pensava che non sarebbe successo niente di più di quanto accade alla maggior parte di politici locali simili a lui che, quasi giornalmente, si sentono forti dei “mi piace” dei fedelissimi e si permettono di offendere le giornaliste locali che dissentono di qualche loro post.

Ne so qualcosa personalmente, e come me anche tante colleghe che hanno subìto trattamenti simili: battute acido-sessuali, allusioni, anche illazioni. Ne ho una raccolta che custodisco gelosamente.

Ma si sa, mettersi a ribattere innesca la catena dei fedelissimi, pronti a caricare la stufa (questo sì, è un modo di dire), ed allora si finisce per far finta di niente. Mica tutti hanno la possibilità di chiamare il leone da tastiera in diretta e mandare in giro per tutta Italia le sue scuse balbettanti…

Quindi grazie Selvaggia Lucarelli. Grazie per la bella lezione impartita non solo al povero Giusti quasi piangente, ma anche a quei suoi colleghi leoni da tastiera che così spesso usano questi vili metodi di discredito.

Annunci